Le 10 città più inquinate d’Europa

L’Organizzazione mondiale della sanità nel dicembre 2015, ha valutato ed elencato le capitali europee dell’inquinamento. Riprendendo i dati dal 2008 al 2013, dall’indagine è emerso che le prime dieci città più inquinate sono: Sofia, Ankara, Belgrado, Sarajevo, Budapest, Varsavia, Lubiana, Bucarest, Nicosia, Bratislava.

Nell’anno successivo la stessa organizzazione ha stilato una classifica delle 50 città più inquinate d’Europa considerando come parametro d’inquinante il PM 2.5. Dall’indagine è emerso che tra le città più inquinate, 33 sono polacche, 9 bulgare, 5 ceche.

La Polonia dunque è la “maglia nera” d’Europa, con livelli d’inquinamento così gravi che nella città di Skala si sono superati nel mese di dicembre 2016 i livelli di Pechino (979 microgrammi di particolato su metrocubo contro i 737).

I livelli di smog così elevati sono imputabili alla politica energetica del paese, basata sull’utilizzo del carbone come principale fonte energetica.

Nella classifica sono rientrate anche tre città italiane: Soresina (Cremona) al 24° posto, Settimo Torinise (Torino) al 38°, Brescia al 48°. Si tratta di città della Pianura Padana, un’area molto urbanizzata e industrializzata con una conformazione orografica chiusa, che sfavorisce la circolazione atmosferica. Ad aggravare la situazione in questi ultimi anni è stata la presenza prolungata degli anticicloni, che impediscono il ricircolo dell’aria confinandola nei bassi strati.

Di conseguenza l’aria è molto più inquinata nei mesi invernali mentre l’inquinamento si riduce nelle altre stagioni. Recentemente, Legambiente ha realizzato un report sulla base dei dati raccolti dall’Oms nel 2016 riguardo le città europee più inquinate. Nella classifica le città più inquinate sono Stoccarda, Barcellona, Dortmund e Berlino (24 microgrammi/m3), seguite da Glasgow (23), Bordeaux, Londra e Leeds (22). Troviamo poi Monaco (21), Madrid (19), Valencia (17) e Liverpool (14). Per quanto riguarda l’Italia, sono stati trovati i valori peggiori di concentrazione di polveri sottili a Torino (39 microgrammi/m3), Milano (37) e Napoli (35) superando Siviglia, Marsiglia e Nizza (tutte con 29 microgrammi/m3).

Non va meglio a Roma, che arriva al settimo posto, insieme a Parigi, con 28 microgrammi di polveri sottili per metro cubo. In un’altra classifica di quest’anno stilata sempre da Legambiente sono state individuate le 10 città più inquinate d’Italia con una maggiore concentrazione di polveri sottili e smog.

Al primo posto Frosinone si conferma la città più inquinata d’Italia, con un record negativo di 115 giorni di superamento a causa dell’alta percentuale di traffico. Medaglia d’argento per la cittadina universitaria di Pavia, la quale ha totalizzato ben 114 giorni di superamento della soglia limite di concentrazioni di polveri sottili nell’arco dell’anno. Al terzo posto si classifica Vicenza ed il problema è legato principalmente alla mobilità e all’immissione in atmosfera di inquinanti dovuti all’uso eccessivo di mezzi privati con motore a scoppio.

In tal senso, si sta cercando di operare verso una riduzione dell’uso dei veicoli attraverso interventi volti ad aumentare la ciclabilità nel territorio vicentino, ma anche attraverso un netto potenziamento dell’offerta di trasporto pubblico, sempre più necessario. Al quarto posto si colloca la città di Milano, in cui le centraline hanno superato i limiti consentiti per ben 92 giorni. Anche qui il problema principale è il massiccio traffico veicolare, a cui il comune sta cercando di porre rimedio limitandone la circolazione.

Scorrendo la classifica ci sono poi due città piemontesi Torino e Asti seguite da Cremona la cui la maggiore responsabilità dell’inquinamento atmosferico da PM10 va attribuito alle emissioni industriali. In coda alla classifica troviamo Venezia, Lodi e Monza a causa dell’inquinamento industriale.

By |2018-09-09T10:28:39+00:00settembre 7th, 2018|NEWS|Commenti disabilitati su Le 10 città più inquinate d’Europa

About the Author: